giaime-alongeGiaime Alonge – 
Professore associato confermato presso il Dams del Dipartimento di Studi Umanistici  dell’Università di Torino. Settore scientifico-disciplinare L-ART/06 (cinema, fotografia, televisione e nuovi media). Redattore de La Valle dell’Eden. Quadrimestrale di cinema e audiovisivi.

 :
:



simone-arcagniSimone Arcagni – 
Studioso di cinema, nuovi media e nuove tecnologie, è professore associato presso l’Università di Palermo. Collabora con «Nòva – Il Sole 24Ore», «Oxygen», «Technonews», «Segnocinema» e altre riviste scientifiche e di divulgazione scientifica. Tiene un suo blog Postcinema sul sito Nòva100 del «Sole 24Ore». Dirige «Screencity Journal» ed «EmergingSeries Journal». Membro dell’International Advisory Board for Web and Transmedia Strategies del Prix Italia della Rai e vice-presidente del LUM (Laboratorio Universitario Multimediale) di Palermo, fa da consulente e collaboratore per enti, case editrici, nella definizione di festival, conferenze, collane editoriali e riviste. La sua ultima pubblicazione è Visioni digitali. Video, web e nuove tecnologie (Einaudi 2016). Tra le altre: Screen City (Bulzoni), Music Video (con Alessandro Amaducci) e Oltre il cinema. Metropoli e media (Kaplan).



giorgio-arduiniGiorgio Arduini – 
Dopo la laurea in lingua e letteratura giapponese con una tesi sulla yakuza, ha approfondito la sua preparazione su questa realtà perfezionandosi in criminologia e raccogliendo informazioni su ogni argomento a essa correlato. Nel corso delle sue ricerche ha pubblicato i seguenti articoli e saggi: Yakuza, cerimonie del crimine (rivista Narcomafie, gennaio 2001), Hagakure (rivista Narcomafie, aprile 2001), Yakuza: quando ‘la via dell’eccesso’ incrocia la via degli dèi (in Le vie spirituali dei briganti, Collana Viridarium, Edizioni Medusa, Milano, 2006), Le vette oltre la soglia: divinità, demoni e uomini straordinari dei monti giapponesi (in La montagna cosmica, Collana Viridarium, Edizioni Medusa, Milano, 2010).



pierluigi-baima-bollonePierluigi Baima Bollone – 
Ordinario di Medicina legale all’Università di Torino, è autore di oltre cento pubblicazioni scientifiche e di quindici libri di notevole diffusione su vari argomenti legati alla medicina legale e alla criminologia, tra cui La nuova indagine sulla Sindone. Duemila anni di storia e le ultime prove scientifiche (Priuli&Verlucca 2015), Medicina legale, Cesare Lombroso e la scoperta dell’uomo delinquente (Priuli&Verlucca 2009).

 



gabriele-beccariaGabriele Beccaria – 
È un giornalista italiano. Per il quotidiano «La Stampa» si occupa di scienza e tecnologia e scrive per l’inserto TuttoScienze.

 

 

 



carlo-blenginoCarlo Blengino – 
Avvocato.

 

 

 

 


bogetto-filippoFilippo Bogetto – Professore ordinario di Psichiatria all’Università di Torino dal 1992. Dal 2000 dirige la struttura complessa dell’azienda ospedaliera universitaria San Giovanni Battista. È anche direttore del dipartimento interaziendale di Salute mentale Torino 1 Sud. Particolare attenzione a depressione, ansia, schizofrenia e disturbi di personalità. Ha pubblicato svariati libri sull’argomento; l’ultimo Elementi di psichiatria (con Giuseppe Maina e Umberto Albert, Minerva medica 2014).



anna-bonifaziAnna Bonifazi – 
Sig. Ten. Col. Reparto Criminologiche dell’Arma dei Carabinieri.

:

:

:



francesca-boscoFrancesca Bosco – 
Laureata in Giurisprudenza all’Università di Torino, dal 2006 lavora presso l’UNICRI (United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute), istituto delle Nazioni Unite con sede a Torino impegnato nella ricerca e nell’assistenza tecnica agli Stati membri su problematiche inerenti alla criminalità e alla giustizia. All’interno della Emerging Crimes Unit, svolge il ruolo di project officer e ha acquisito esperienza nei programmi di contrasto alla criminalità informatica e alla criminalità organizzata. Attualmente è responsabile dei programmi relativi alla sicurezza informatica e sta approfondendo la ricerca in merito all’uso improprio della tecnologia. È co-fondatrice del Tech and Law Center, membro del Center for Internet and Human Rights e del gruppo di Internet Security dello European Cybercrime Center (EC3) presso l’Europol.



enrico-cassiniEnrico Cassini – 
È borsista in Filosofia del diritto presso il dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Torino, dove collabora con le cattedre di Filosofia del diritto, Antropologia filosofico-giuridica e Criminologia; ha inoltre svolto il ruolo di formatore nel settore aziendale. Si occupa di pensiero giuridico della modernità e degli aspetti teorici del pensiero penalistico e criminologico, specie in riferimento alla filosofia della mente. Ha scritto il libro Introduzione a Carl Schmitt (Genova, Il Melangolo, 2016) e ha collaborato con le riviste «Teoria e critica della regolazione sociale» (Mimesis Edizioni) e «Agenda liberale« (Centro Einaudi di Torino). Sta per pubblicare un secondo libro sulla figura del «nemico» nel diritto penale.



massimo-centiniMassimo Centini – 
Laureato in Antropologia culturale, ha pubblicato con numerosi editori italiani. Lavora a contratto con università e musei. Ha insegnato Antropologia culturale all’Istituto di Design di Bolzano. Docente di Antropologia culturale presso la Fondazione Università Popolare di Torino, insegna Storia della criminologia ai corsi organizzati da MUA – Movimento Universitario Altoatesino – di Bolzano.

 



raoul-chiesaRaoul Chiesa – 
Dopo anni di studio sul funzionamento dei videogame, si è avvicinato al mondo della telematica amatoriale e delle reti di trasmissione basate sul protocollo X 25 (es: Itapac e Sprintnet/Telenet). Gestisce una società di sicurezza informatica e partecipa alla comunità di sikurezza.org. Ha cominciato a fare hacking nel 1986 e ha continuato fino al 1995. Fu arrestato in seguito all’intrusione in un sistema informatico della Banca d’Italia operato con Matteo Del Mistro, assieme al quale patteggiò una condanna. Successivamente decise di dedicarsi professionalmente alla sicurezza. Si autodefinisce un ethical hacker, ovvero una persona mossa da curiosità e non da intenti criminali, e in questa categoria riconduce le sue azioni passate.



alessandra-comazziAlessandra Comazzi – 
Giornalista, critico televisivo: in più di ottomila articoli ha analizzato la televisione degli ultimi vent’anni e i suoi cambiamenti. Comazzi comincia a scrivere per un giornale, «La Voce del Popolo», nel 1975, alla fine del liceo; nel 1978 viene assunta da «La Stampa», il quotidiano di Torino. Per vent’anni, è redattore capo del settore Spettacoli. Sempre per «La Stampa», realizza e lancia i settimanali «TorinoSette» e «In tivù». Nel 2006, si dimette e sceglie la libera professione, continuando il suo lavoro di critico. Ha scritto e realizzato programmi radiofonici e televisivi, «Gente di Broadway», «Televisionando», «Trebisonda». Ha un blog, Cose di tele, una omonima rubrica su «La Stampa.tv» e cura una seguitissima pagina di critica televisiva su Facebook. È  presidente dell’Associazione Stampa Subalpina, il sindacato dei giornalisti piemontesi. È autrice di: Schermi: la storia delle immagini dal cinema al computer, passando per la televisione (Utet), Le mani sulla salute (Sperling & Kupfer, dedicato al programma «Report» e alle sue indagini in tema sanitario), La tv che mi piace (La Stampa, uscito in occasione dei 60 anni della televisione in Italia). Ha vinto il Premio «Flaiano» e il premio «Saint Vincent» per la critica televisiva; il premio «Diego Fabbri» per il libro Schermi; il premio Charlot e il premio «Vitaliano Brancati» per l’attività giornalistica.



marco-cubedduMarco Cubeddu – 
Nato a Genova, dopo il diploma ha frequentato la Scuola Holden a Torino, mantenendosi facendo il pompiere. Sotto vari pseudonimi pubblica regolarmente racconti su «Nuovi Argomenti». Studia fotografia e arte contemporanea. Ha pubblicato i romanzi Con una bomba a mano sul cuore (Mondadori 2013) e Pornokiller (Mondadori 2015).

:



gianluca-cuozzoGianluca Cuozzo – 
Professore associato di Filosofia teoretica presso l’Università degli Studi di Torino. Ha pubblicato, tra gli altri: Come sono fortunato! Mondo, memoria e azione (ai tempi della crisi ecologica), Utopie e realtà. Tra desiderio dell’altrove, ecosofia e critica del presente, A spasso tra i rifiuti. Tra ecosofia, realismo e utopia, Dentro l’immagine. Natura arte e prospettiva in Leonardo da Vinci, Regno senza grazia. Oikos e natura nell’era della tecnica, Filosofia delle cose ultime. Da Walter Benjamin a Wall-E.



paolo-dal-checcoPaolo Dal Checcco – 
Svolge attività di Perizia informatica in ambito forense collaborando con Procure, Tribunali e Forze dell’Ordine oltre che con aziende, privati e Avvocati. Dopo la laurea in Informatica ha ottenuto un dottorato di ricerca nel gruppo di Sicurezza delle Reti e degli Elaboratori, con una tesi su secret sharing e group signature, svolgendo successiva attività di ricerca e docenza presso l’Università degli Studi di Torino. Attualmente è professore a contratto del corso di Sicurezza informatica per l’Università degli Studi di Torino, nel corso di laurea specialistica in Scienze strategiche. Socio fondatore dello studio di Consulenza Informatica Forense «Digital Forensics Bureau» di Torino specializzato in perizie informatiche giudiziarie e consulenza tecnica di parte, oltre a recupero dati da cellulari e hard disk. Socio IISFA, CLUSIT e Tech & Law, Paolo Dal Checco è tra i fondatori dell’Associazione DEFT e dell’Osservatorio Nazionale per l’Informatica Forense (ONIF). Tra gli sviluppatori della piattaforma DEFT Linux, utilizzata da consulenti e Forze dell’Ordine di tutto il mondo per perizie informatiche e indagini forensi. Accetta di frequente incarichi di relatore in convegni, conferenze e seminari a fini divulgativi ed educativi su argomenti quali computer, network e mobile forensics oltre che audio, video e bitcoin forensics.



maurizio-de-giovanniMaurizio De Giovanni –
Nasce nel 1958 a Napoli, dove vive e lavora. Nel 2005 vince un concorso per giallisti esordienti con un racconto incentrato sulla figura del commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta. Il personaggio gli ispira un ciclo di romanzi, pubblicati da Einaudi, che comprende Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti, Per mano mia, Vipera (Premio Viareggio, Premio Camaiore), In fondo al tuo cuore e Anime di vetro. Nel 2012 esce per Mondadori Il metodo del Coccodrillo. Nel 2014, sempre per Einaudi Stile Libero, ha pubblicato anche l’antologia Giochi criminali (con Giancarlo De Cataldo, Diego De Silva e Carlo Lucarelli). Nel 2015 è uscito per Rizzoli il romanzo Il resto della settimana. Tutti i suoi libri sono tradotti o in corso di traduzione in Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, Russia, Danimarca e Stati Uniti. De Giovanni è anche autore di racconti a tema calcistico sulla squadra della sua città, della quale è visceralmente tifoso, e di opere teatrali.



steve-della-casaSteve Della Casa –
È conduttore radiofonico di «Hollywood Party» su RAI Radio 3. Ha attraversato varie stagioni del cinema, prima come presidente del Movie Club, poi come direttore del Torino Film Festival e infine come presidente della Film Commission Torino Piemonte. Il 31 gennaio 2014 ha vinto il Nastro d’argento, assegnato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici, per il miglior documentario sul cinema con I tarantiniani, firmato assieme a Maurizio Tedesco.

:



fassoneRiccardo Fassone –
È sovrintendente e lavoro al VI Reparto Mobile, nella caserma di Bolzaneto. Ha pubblicato per Einaudi A viso coperto (2013, Premio Calvino); è fra gli autori di Undici per la Liguria (2015) e Non devi dirlo a nessuno (2016). Nel 2008 ha vinto il Premio «Orme Gialle» con il racconto inedito Veleno. Nel frattempo ha scritto articoli di approfondimento per «Repubblica», «La Stampa», «Il Fatto Quotidiano», «Il Post». Nel 2015 il suo articolo L’uomo bianco in quella foto è stato ripreso in tutto il mondo e tradotto in inglese, francese, portoghese, spagnolo, serbo, israeliano, norvegese, danese.



riccardo-gazzanigaRiccardo Gazzaniga
: È sovrintendente e lavoro al VI Reparto Mobile, nella caserma di Bolzaneto. Ha pubblicato per Einaudi A viso coperto (2013, Premio Calvino); è fra gli autori di Undici per la Liguria (2015) e Non devi dirlo a nessuno (2016). Nel 2008 ha vinto il Premio «Orme Gialle» con il racconto inedito Veleno. Nel frattempo ha scritto articoli di approfondimento per «Repubblica», «La Stampa», «Il Fatto Quotidiano», «Il Post». Nel 2015 il suo articolo L’uomo bianco in quella foto è stato ripreso in tutto il mondo e tradotto in inglese, francese, portoghese, spagnolo, serbo, israeliano, norvegese, danese.


Claudio Giacchino – Ex giornalista de «La Stampa» di Torino, si è occupato di cronaca nera, di giudiziaria e per dieci anni di calcio. Ha scritto, oltre a Combinazione mortale (Robin, 2004), un altro noir, Travestiti di sangue, ambientato nell’universo dei travestiti che lavorano in strada, e due ricostruzioni di casi di nera clamorosi degli anni 70, L’ultima notte con Martine e Amanti coltelli (usciti nel 2000, 2001 e 2002 per l’editore torinese Graphot). Nel 2005 per Robin è uscito Il circuito dei camosci, romanzo di terrorismo, cronaca romanzata di Prima linea.



roberto-guarinoRoberto Guarino – 
Avvocato.

:

:

:

:



luigi-guarnieriLuigi Guarnieri – 
Vive a Roma. Ha scritto testi teatrali e radiofonici ed è autore di sei romanzi, tradotti in numerosi paesi: L’Atlante criminale – Vita scriteriata di Cesare Lombroso (Mondadori 2000, Premio «Bagutta» Opera Prima), Tenebre sul Congo (Mondadori 2001), La doppia vita di Vermeer (Mondadori 2004, Premio «Selezione Campiello»), La sposa ebrea (Rizzoli 2006, Premio Pisa, Premio «Rhegium Julii»), I sentieri del cielo (Rizzoli 2008, Premio «Grinzane Cavour»), Una strana storia d’amore (Rizzoli 2010).



stefano-izzoStefano Izzo –  
Da anni è editor della narrativa italiana di Rizzoli. Ha lavorato su romanzi di Edoardo Albinati, Silvia Avallone, Alessandro Bertante, Massimo Carlotto, Maurizio de Giovanni, Enrico Pandiani, Walter Siti, Sebastiano Vassalli, Andrea Vitali e molti altri. Insegna editing presso la scuola Belleville di Milano.

:

:



giampietro-lagoGiampietro Lago – 
PhD, esperto di Scienze forensi.

:

:

:

:



andrea-lavazzaAndrea Lavazza –
Studioso di scienze cognitive e filosofia della mente, research fellow al Centro Universitario Internazionale di Arezzo. I suoi interessi si concentrano sulla neuroetica, disciplina legata alle applicazioni e alle ricadute delle neuroscienze, che ha contribuito a introdurre in Italia. Tra i suoi libri, Il delitto del cervello (Codice); Manipolare la memoria (Mondadori Università); Filosofia della mente (La Scuola).

:



giuseppe-legatoGiuseppe Legato – 
Corrispondente in forza alla Cronaca di Torino per «La Stampa».

:

:

:



franca-leosiniFranca Leosini –
Giornalista e conduttrice televisiva, ha iniziato con la sezione culturale de «L’Espresso», firmando varie interviste e inchieste. È stata direttrice del mensile «Cosmopolitan», ha curato la «terza pagina» de Il Tempo. Collabora con la RAI dal 1988 – da quando diviene autrice di «Telefono giallo», condotto da Corrado Augias. In seguito conduce i programmi «Parte Civile» e «I grandi processi». Dal 1994 conduce il programma «Storie maledette», di cui è anche autrice, nel quale intervista i protagonisti delle inchieste giudiziarie italiane che hanno fatto più scalpore. Dal 2004, conduce anche «Ombre sul giallo».



alessandro-lombardoAlessandro Lombardo –
Psicologo del lavoro e delle organizzazioni, specializzato in Psicoterapia. È Presidente dell’Ordine degli Psicologi del Piemonte.

:
:

:



Simone Malcangi – 
Ethical Hacker. Partner dei più grossi player di mercato nazionali con Betacom e Produce ICT, è specialista operativo in ambiti mission critical e dove la consulenza e la fornitura delle soluzioni chiavi in mano si integra in sistemi di architetture complesse. Esperto di progettazione di infrastrutture ed architetture di network, ha una decennale esperienza in attività di offensive security in area telecomunicazioni, assicurativa, bancaria e industriale. Curioso e coinvolto nell’utilizzo di ogni nuova tecnologia. È esperto di Network aziendali e Security Evangelist, attività che lo porta in giro per l’Italia a promuovere le buone pratiche di sicurezza informatica. Dal giugno 2005 al dicembre 2007 è stato Team Leader ed Analista Penetration Tester del famoso (o famigerato) Tiger Team di Telecom Italia.



foto-marelliFrancesco Marelli – 
Capo del Programma di Mitigazione dei rischi CBRN e di Governance della Security di UNICRI (Istituto Internazionale delle Nazioni Unite per la Ricerca sul Crimine e la Giustizia).

:

:



andrea-mattacheoAndrea Mattacheo – 
Università degli Studi di Torino.

:
:

:

:



Maurizio Molinari – Il 26 novembre 2015 viene nominato nuovo direttore de «La Stampa» di Torino al posto di Mario Calabresi, giornale per cui lavora dal 1997; è anche direttore editoriale di Italiana Editrice (ITEDI), società editrice de «La Stampa» e de «Il Secolo XIX». Ha scritto anche su testate come «L’Indipendente», «L’Opinione», «Il Tempo», «Il Foglio», «Panorama»; collabora con La7 (dove è stato ospite fisso di «Otto e mezzo», al tempo condotto da Giuliano Ferrara), RaiNews24, Sky TG 24 e Tg5. Come autore ha pubblicato: Il Califfato del terrore. Perché lo Stato islamico minaccia l’Occidente, Jihad. Guerra all’Occidente e L’aquila e la farfalla. Perché il XXI secolo sarà ancora americano.



rocco-moliterniRocco Moliterni – 
Giornalista, cronista e critico di gastronomia, collabora alle pagine «Il Bello&ilBuono» de «La Stampa» e alla guida dei ristoranti dell’«Espresso». Ha pubblicato per Mondadori Electa Parlami d’amore ragù (2012), Non so che pesci pigliare (2014) e Non basta la pasta (SVpress 2016).

:

:



marco-neirottiMarco Neirotti – 
Da quasi 40 anni giornalista de «La Stampa», ha anche pubblicato romanzi e saggi letterari, tra cui: Stazione di sosta. Cronaca di un cancro (Interlinea, 2015).

:
:

:



filippo-novarioFilippo Novario – 
Dottore di ricerca in Diritto presso l’Università degli Studi di Torino, è stato docente a contratto per l’insegnamento dell’Informatica giuridica e forense presso università italiane e straniere. Collabora in qualità di ricercatore, indipendente e inserito in gruppi di ricerca accademici a livello nazionale e internazionale, nel campo dell’Informatica giuridica e forense e della Cyber security. È relatore in convegni nazionali e internazionali sui temi di Cyber Security, informatica giuridica, Hacking, Digital Privacy, Digital Forensics, ICT Risk Management.



gianluca-orruGianluca Orrù – 
Giornalista e produttore televisivo, è Presidente di Tekla, società di produzione cinematografica, e si occupa di televisione e cinema dai primi anni 2000. È autore di «Made in Italy», trasmissione di economia attualmente in onda su Sky, e di «Finestra sul Comune», ciclo di documentari a tema turistico ed enogastronomico. È stato docente al Master di Analisti di produzione cinematografica e televisiva alla Scuola di Amministrazione Aziendale di Torino dal 2009 al 2012, e formatore API in comunicazione pubblica e mediata.



enrico-pandianiEnrico Pandiani – 
Inizia la sua carriera di narratore scrivendo e disegnando storie a fumetti che pubblica sul «Mago» di Mondadori e sulla rivista «Orient Express». Abbandonata la strada del fumetto, inizia l’attività di grafico editoriale fondando con altri uno studio di comunicazione. Collabora per anni con «La Stampa», per il quale cura la parte infografica. Nel 2009 ha pubblicato il romanzo Les italiens (Instar Libri), primo di quattro romanzi con protagonista il commissario Mordenti, a cui fanno seguito Troppo piombo (Instar libri, 2010), Lezioni di tenebra (Instar libri, 2011), Pessime scuse per un massacro (Rizzoli, 2012). Nel 2013 esce La donna di troppo (Rizzoli), il primo romanzo torinese con protagonista la poliziotta privata Zara Bosdaves, nata in un breve libro scritto per conto della distilleria di grappa Fratelli Brunello, La testa e la Coda (Fratelli Brunello, 2012). Nel 2014 partecipa con un racconto lungo, assieme ad altri cinque autori, all’antologia I semi del male (Rizzoli) e nel 2015, sempre con Rizzoli, esce con un nuovo romanzo della poliziotta privata torinese, Più sporco della neve. A maggio 2016 è uscita per Rizzoli la quinta avventura del commissario Mordenti, Una pistola come la tua.



alberto-perducaAlberto Perduca – 
Procuratore della Repubblica di Asti. Già Procuratore aggiunto a Torino con l’incarico di coordinatore dei Dipartimenti Antiterrorismo nonché Riciclaggio e Misure di prevenzione.

:

:



monica-perosinoMonica Perosino – 
Vicecaposervizio in forza alla redazione Esteri de «La Stampa».

:

:

:



massimo-picozziMassimo Picozzi – 
Dal 2000 è il responsabile della sezione di Psicologia investigativa e psicopatologia delle condotte criminali dell’Università di Parma e dal 2001 è docente del primo corso di Specializzazione in Psicologia Investigativa sempre all’università di Parma. Dal 2001 inizia una collaborazione con l’Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza, dove dirige il Centro di Ricerca sul Crimine, e dal 2012 passa all’Università IULM di Milano, dove insegna Gestione degli eventi critici. Svolge attività di docenza nei corsi di formazione per la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri. Sul rapporto tra emozioni, rabbia e aggressività, ha scritto È inutile che alzi la voce (Mondadori, 2012). Sempre sul tema delle emozioni e sul loro impatto in ambito sportivo, insegna nel master di Management dello Sport de «Il Sole 24 Ore». Dal 2014 dirige il Master in Criminologia e Reati Economici presso il Sole 24 Ore. Ha pubblicato svariati saggi di argomento scientifico (tra gli ultimi Profiler, Sperling&Kupfer 2016; Il manuale dello scienziato investigatore, Mondadori 2016) e romanzi (La ruga del cretino, con Andrea Vitali, è uscito nel 2015 per Garzanti; Serial killer. Storie di ossessione omicida, con Carlo Lucarelli, nel 2014 per Mondadori).


dsc_0285Francesco Poli – Insegna all’Université Paris 8., Parigi,  e a Scienze della comunicazione, Università di Torino. Collabora con riviste specializzate, tra cui «Arte» e con continuità al quotidiano «La Stampa». Tra i volumi pubblicati: Giulio Paolini, Lindau 1990; La Metafisica, Laterza 2004; Catalogo generale delle opere di Felice Casorati., (con G.Bertolino), 3 vol., Allemandi,  2004; Minimalismo, Arte Povera, Arte Concettuale, Laterza,  2014; Il sistema dell’arte contemporanea, Laterza , (nuova edizione) 2015;  Arte moderna. Dal postimpressionismo all’informale, Electa 2007; Arte contemporanea. Le ricerche internazionali dalla fine degli anni’50 ad oggi., Electa, II ed. 2011; La Scultura del Novecento, Laterza 2015; Postmodern Art.1945-Now, Harper Collins Publishers, New York 2008; Collezionisti d’arte; Non ci capisco niente. Arte contemporanea, istruzioni per l’uso, Ed. Electa, Milano 2014.  Ha curato numerose mostre in musei, spazi pubblici e privati. Nel 2016 è stato co-curatore di Cobra. Un’avanguardia europea (Museo Fondazione Roma, Palazzo Cipolla, Roma); e Joan Mirò. La forza della materia, Museo delle Culture (MUDEC), Milano. Al museo di Acri ha curato nel 2015 la mostra Nel blu dipinto di blu.


matteo-polloneMatteo Pollone – È attualmente professore a contratto presso l’Università degli Studi di Torino, dove insegna Forme e generi dello spettacolo radiotelevisivo. È autore delle monografie Il western di Anthony Mann (Le Mani, 2007) e, con Caterina Taricano, di Neil Jordan (Il Castoro, 2009 – Vincitore del premio «Domenico Meccoli – Scrivere di Cinema nel 2009»); ha curato il volume James Bond. Fenomenologia di un mito (post)moderno (Bietti, 2016). Ha scritto inoltre alcuni saggi per volumi collettanei (tra cui uno dedicato al Cavaliere pallido in Giulia Carluccio (a cura di), Clint Eastwood, Marsilio, 2009) e riviste (tra cui «La valle dell’Eden», «Bianco e Nero» «Il nuovo spettatore», «Fata Morgana», «L’avventura»). Collabora con l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, con l’AIACE Torino, con la Scuola Holden e con il Circolo dei Lettori. Dal 2007 al 2012 ha lavorato per il Festival Internazionale «A.F. Lavagnino» di Gavi; dal 2012 al 2014 per il Roma Fiction Fest. È stato tra i curatori delle voci dell’Enciclopedia del Cinema in Piemonte (torinocittadelcinema.it) fin dalla sua fondazione. Ha scritto sul settimanale «FilmTv» dal gennaio 2008 al luglio 2010. È tra gli autori del documentario «+ o – x Nespolo», presentato nell’ambito della sezione Extra della IV edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. Dall’ottobre 2011 è vicedirettore della rivista «Mondo Niovo 18-24 ft/s». È recentemente risultato vincitore di un assegno di ricerca dell’Università degli Studi di Torino per un progetto intitolato Produzione e immaginario del genere western in Italia.



meo-ponteMeo Ponte –
 Giornalista, nel 1982 entra alla «Gazzetta del Popolo» di Torino, dove inizia la sua carriera da reporter di nera. Dall’86 all’87 scrive per «La Nazione» (Firenze, poi Perugia e Lucca), poi dall’87 all’89 è alla RAI Perugia, fino a quando si dimette per entrare nella redazione de «La Repubblica», per cui lavora fino al pensionamento (agosto del 2015). Ha seguito tantissimi tra i maggiori casi di cronaca nera nazionale, in particolare Erika e Omar, il caso dei sassi di Tortona, Cogne, Meredith Kercher, Salvatore Parolisi. È stato inviato in Iraq dal luglio 2003 al febbraio 2005, e in Libia nel 2011.



massimo-postiglioneMassimo Postiglione –
 Corrispondente per SkyTg24.

:

:

:

:



paolo-procacciniPaolo Procaccini –
 Analista Gruppo Investigativo.

:

:

:

:



Jacopo Ricca –
 «La Repubblica».

:

:

:

:



gabriele-rigolaGabriele Rigola –
 Professore a contratto nel corso di laurea magistrale in Cinema e media dell’Università degli Studi di Torino.

:

:

:



alfredo-robustoAlfredo Robusto – 
Dopo una lunga esperienza nel campo del software applicativo sia come system integrator sia come project manager, più recentemente è approdato alle «sacre sponde» della Information Security trovando in questo sfidante ed eccitante settore un fortissimo stimolo professionale. Ha quindi sviluppato una skill poliennale come Information Security Manager nei processi tipici della SGSI (Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni) quali: Policy Management, IT Risk Management, Incident Management, Awareness ed Education, Business Impact Analysis.



alessandro-roccaAlessandro Rocca – 
Regista e autore televisivo, è coautore di «Radici» con Davide Demichelis, che è attualmente in onda su Rai3. Collabora a svariate trasmissioni televisive di Rai e Mediaset, ed è autore di documentari premiati come «La Lista del Console». È giornalista, fotografo e collabora con decine di associazioni in tutto il mondo dedicate alla libertà di informazione. Ha contribuito al Premio «Ilaria Alpi» ed è un esperto di Africa.

:



frank-roseFrank Rose – 
Antropologo digitale (come si definisce lui stesso sul suo sito), è uno scrittore e giornalista che si occupa di New Media e del loro impatto sulla società. Insegna alla Columbia University. Ha scritto per «Wired», «Fortune», «The New York Times Magazine» e «Rolling Stone». Per Codice edizioni ha pubblicato Immersi nelle storie. Il mestiere di raccontare nell’era di internet.

:


poltrona-frau-2Rosario Dimitri Russo – È esperto di intelligence e di TSCM (tecniche di contro misure elettroniche). Ha conseguito i certificati TSE 101 e TSCM 201 presso il Center For Technical Security Research Electronics International di Algood, TN, United States of America. Specializzato in Criminologia e Psicologia investigativa presso l’Università Pontificia Salesiana (Roma). Ha maturato numerose esperienze formative in Italia e all’estero, tra cui un periodo di training negli USA. Dal 2011 al 2016 ha ricoperto la carica di Presidente del Collegio dei Probiviri della Federazione Italiana degli Istituti di Investigazioni, le Informazioni e la Sicurezza (Federpol) la maggiore associazione professionale degli Istituti di Investigazione Privata con sede a Roma. Vice Presidente dell’associazione AIPCC (Associazione Italiana Prevenzione Crimini) con sede a Milano. È stato consulente per la Funzione Sicurezza del Comitato XX Giochi Olimpici e IX Giochi Paraolimpici Invernali di Torino 2006 (TOROC), per questo ha ricevuto dall’Ufficio di Coordinamento della Security del Governo degli Stati Uniti d’America (Federal Bureau of Investigations e Diplomatic Security Service) il Certificate Of Appreciation per il supporto e l’impegno professionale dimostrato. Ha conseguito la Certificazione Nazionale di Security Manager in conformità alla normativa UNI 10459:2015. È consulente di diverse multinazionali in materia di Security management e intelligence (dal risk analysis al business continuity).



luca-sammicheliLuca Sammicheli – 
È professore a contratto di Psicologia forense presso l’università di Padova e di Neuropsicologia forense presso l’università di Bologna. Ha insegnato Psicologia criminologica all’Università di Torino e Sociologia della devianza alla Scuola di Specializzazione in psicologia clinica dell’Università di Padova. Svolge attività professionale di psicologo forense e di psicologo giuridico d’impresa (in particolare nell’ambito delle crisi d’impresa e dei passaggi generazionali) con incarichi da parte di tribunali civili e penali. È autore di svariate pubblicazioni nel settore della psicologia giuridica e forense (particolari temi di ricerca sono le interazioni tra diritto e neuroscienze, le tecniche di valutazione della testimonianza infantile, nonché, in campo civilistico, le problematiche legate alla valutazione del danno psichico).



fabio-sanvitaleFabio Sanvitale – 
Giornalista investigativo, ripperologist, scrittore, è esperto di cold cases italiani e internazionali e di criminalità informatica. Ha studiato criminologia all’Università «La Sapienza» di Roma con Franco Ferracuti e Francesco Bruno. Ha scritto per «Il Tempo», «Il Messaggero», «Detective». Ha collaborato con Rai Educational, è docente in corsi di formazione criminologica e presso il Master in Scienze Forensi de «La Sapienza». È vice-caporedattore di cronaca-nera.it. Ha pubblicato, con Vincenzo Mastronardi, Leonarda Cianciulli. La Saponificatrice nel 2010; con Armando Palmegiani Un mostro chiamato Girolimoni nel 2011; Morte a Via Veneto” nel 2012; Omicidio a Piazza Bologna nel 2013; Sangue sul Tevere (con Vincenzo Mastronardi) nel 2014; Sacro sangue nel 2015.



simone-sarassoSimone Sarasso – 
Scrittore, ha pubblicato per Rizzoli Invictus. Costantino, l’imperatore guerriero (2012, Premio «Salgari» 2014) e Colosseum (2013) e per Marsilio Confine di Stato (2007, Finalista al Premio «Scerbanenco» 2007), Settanta (2009) e Il Paese che amo (2014, Menzione Speciale della Giuria al Premio «Scerbanenco» 2013). Scrive per il cinema e la tv e insegna scrittura creativa alla NABA di Milano.



giuseppe-sartoriGiuseppe Sartori – 
Professore ordinario di Neuropsicologia e Psicopatologia forense e di Neuroscienze cognitive presso l’Università degli Studi di Padova. Autore di numerosi volumi ed oltre 200 pubblicazioni scientifiche, è stato coinvolto come perito nei più importanti casi giudiziari italiani. Ha sviluppato numerose tecniche di lie detection ed è uno dei ricercatori più noti nel settore.

:



raffaella-silipoRaffaella Silipo –
 Laureata in giurisprudenza. A «La Stampa» dal 1988 grazie al primo e unico concorso fatto dalla testata, prima al settore spettacoli poi al politico e, dal 2000, di nuovo agli spettacoli come capo servizio.

:

:



Sergio Solavaggione – 
Dopo gli inizi professionali alla Photocolor Garetto, nel 1964 entra come stampatore nell’Agenzia Moisio, che fornisce i servizi fotografici a «La Stampa». Inizialmente si occupa della fotografia commerciale, poi dal 1968 incomincia a svolgere i primi servizi di cronaca per il giornale. Nel 1974 viene assunto con gli altri fotografi dell’agenzia dall’Editrice, dove rimarrà fino al 1989, anno in cui con i colleghi Cesare e Alessandro Bosio, Enrico De Angelis, Tonino Di Marco e Ugo Liprandi fonda l’agenzia Reporters, che ancora oggi gestisce i servizi fotografici per la cronaca de La Stampa. Dal 1981 è iscritto all’Albo dei giornalisti Professionisti e all’Associazione Stampa Subalpina.



Raffaele Sollecito outside the court in Florence last monthRaffaele Sollecito – 
Laureato in Ingegneria informatica, si occupa di progettazione e sviluppo di software per la Memories IT Company (una startup specializzata in servizi di information technology) di cui è CEO Manager. Tra gli altri progetti, recentemente ha lanciato Suntickets™ (un sistema di prenotazione online degli ombrelloni in spiaggia) che ha riscosso molto successo.

:



roberto-sparagnaRoberto Sparagna – Pubblico Ministero di Torino.

:

:

:

:



Caterina Taricano – 
È giornalista, autrice e sceneggiatrice. Ha collaborato per «L’Unità», «FilmTv», «Filmidee». Attualmente scrive su «Cinecittànews» e «8 ½». È direttrice della rivista dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema di Torino «Mondo Niovo». Con Matteo Pollone ha scritto il Castoro dedicato a Neil Jordan, mentre nel 2014 ha firmato la biografia di Giuliano Montaldo Un marziano genovese a Roma, edita da Felici Editore. Recentemente ha lavorato come ricercatrice per l’Istituto Luce e come redattrice per la trasmissione televisiva «Sconosciuti». Ha lavorato per tre edizioni del RomaFictionFest. Al cinema è stata autrice di due documentari: il primo su Ugo Nespolo, + o-x Nespolo (2009), il secondo su Elio Pandolfi, A qualcuno piacerà – storia e storie di Elio Pandolfi. Quest’ultimo lavoro è stato selezionato nel 2015 dal Festival di Locarno nella sezione Histoire(s) du cinéma.



maurizio-tedescoMaurizio Tedesco – 
Produttore cinematografico, montatore e regista, ha lavorato come aiuto al montaggio in Comizi d’amore, Il Vangelo secondo Matteo, Edipo Re, e Uccellacci e uccellini di Pier Paolo Pasolini e con Franco Zeffirelli al film Romeo e Giulietta. Seguiranno poi: Queimada di Gillo Pontecorvo, La casa dalle finestre che ridono, Tutti defunti… tranne i morti, Jazz band, diretti da Pupi Avati. Nel 1986 inizia la sua carriera di produttore cinematografico, tra cui produce Il muro di gomma diretto da Marco Risi, con cui fonderà società di produzione Sorpasso Film. Tra gli altri ha prodotto: Il giudice ragazzino di Alessandro Di Robilant (Premio l’«Angelo Azzurro» al Festival di Berlino, 1994), Il branco di Marco Risi, Camerieri di Leone Pompucci, Hamam – Il bagno turco di Ferzan Özpetek (e vincitore del Globo d’Oro della Stampa Estera per miglior film, miglior regia e miglior commento musicale), L’ultimo capodanno di Marco Risi, tratto da un racconto di Niccolò Ammaniti, L’odore della notte di Claudio Caligari (selezionato per la Settimana Internazionale della Critica di Venezia 1998), Sole negli occhi dell’esordiente Andrea Porporati, Tre mogli di Marco Risi. Fonda la Baires Produzioni e produce anche diversi documentari, tra cui: Armando Testa – Povero ma moderno di Pappi Corsicato (Premio Pasinetti), L’uomo dalla bocca storta di Emanuele Salce e Andrea Pergolari, Flaiano: il meglio è passato di Giancarlo Rolandi e Steve della Casa. Ha un ruolo di co-regista nei documentari Ho visto cose di Chiara Pacilli, e I tarantiniani di Steve della Casa (vincitore del Nastro d’Argento, 2013). Tra il 2013 e il 2014, produce il docu-film Fango e gloria, diretto da Leonardo Tiberi, anch’esso vincitore del Nastro d’Argento (2015).



guido-tibergaGuido Tiberga – 
Caporedattore de «La Stampa».

:

:

:

:



UACV
: Personale del Reparto di Unità di Analisi del Crimine Violento della Polizia Scientifica (Polizia di Stato)



emiliano-vianoEmilio Viano – 
Docente del dipartimento Justice, Law and Society dell’Università di Washington DC, è pioniere nel campo della vittimologia e dei diritti delle vittime, ed esperto di crimine transnazionale. È internazionalmente riconosciuto per i suoi contributi verso la giustizia e i diritti umani. Ha scritto e curato innumerevoli articoli e libri, ed è stato anche largamente pubblicato in riviste di legge e scienze comportamentali.

:



raphael-zanottiRaphael Zanotti – «
La Stampa».

:

:

:


 

facebook 2 senza titolo